Forfora Grassa

Cos’è, come si presenta e come può essere debellata la forfora grassa

Conosciuta anche con il nome di pitiriasi steatoide, la forfora grassa si riconosce grazie alla presenza di squame giallastre.

Generalmente la forfora grassa è legata alla dermatite seborroica, la forfora grassa è un disturbo tipico del cuoio capelluto che viene ricoperto da residui di cellule morte e da uno strato di sebo eccessivo.

La forfora grassa normalmente colpisce soprattutto i soggetti adulti, ma non è raro riscontrare la sua presenza anche negli adolescenti, specialmente nei maschi e nonostante non si tratti di una malattia grave, la sua comparsa può creare danni psicologici, specialmente in quanto concerne i rapporti sociali.

 

Caratteristiche della forfora grassa

Come anticipato, questo tipo di forfora si presenta sotto forma di squame dal colore giallastro, inoltre ha una consistenza cerosa, pastosa e di solito è accompagnata da infiammazione del cuoio capelluto e da prurito.

La consistenza pastosa è dovuta alla produzione di sebo che avviene in maniera eccessiva e che si accumula nella parte esterna dei follicoli piliferi, quindi ricoprendo anche le croste desquamate.

Rispetto alla forma secca, la forfora grassa aderiscono al cuoio capelluto e si staccano con una maggiore difficoltà, motivo che determina anche l’aspetto antiestetico (capelli unti, dall’effetto sporco) tipico dei soggetti che soffrono di questo disturbo.

 

Fattori di rischio della forfora grassa

Sulla comparsa di questo disturbo incidono vari fattori, fra cui:

  • Produzione di sebo eccessiva
  • Ricambio cellulare accelerato
  • Presenza e proliferazione del lievito Malasseziafurfur, patogeno opportunista che si nutre delle sostanze contenute nelle secrezioni di sebo del cuoio capelluto
  • L’uso inappropriato di detergenti troppo alcalini
  • Eccessivo lavaggio dei capelli
  • Utilizzo di prodotti detergenti di scarsa qualità
  • Stress ed ansia
  • Difese immunitarie basse
  • Sbalzi ormonali
  • Predisposizione ereditaria
  • Inquinamento e fattori climatici poco favorevoli come l’eccesso di umidità
  • Alimentazione sbagliata, eccesso di alcool, alimenti fritti, assunzione eccessiva zuccheri, etc.

 

Come debellare la forfora grassa

Generalmente, per trattare questo disturbo si fa ricorso a shampoo, balsami e maschere ideate per soggetti che hanno dermatiti seborroiche o che sviluppano forfora grassa.

A differenza dello shampoo generico, quello pensato per i soggetti che sviluppano la forfora grassa è delicato, adatto ai lavaggi frequenti, purifica la cute, aiuta ad eliminare le squame giallastre che creano l’effetto antiestetico e contengono principi attivi antibatterici, antimicotici ed antibiotici.

Inoltre, utilizzando un prodotto specifico l’aspetto dei capelli non sarà più unto e sporco, in quanto i vari ingredienti sono formulati per assicurare anche il nutrimento necessario, lucentezza ed un aspetto sano.

Per assicurarsi la guarigione nel minor tempo possibile e per far sì che gli effetti siano duraturi, oltre all’utilizzo di shampoo specifici è consigliabile adottare un regime alimentare equilibrato basato tanta frutta verdura ed alimenti che contengono acidi grassi Omega 3 ed Omega 6, evitare gli eccessi e cercare di limitare l’uso di prodotti cosmetici che spesso sono aggressivi ed influiscono sul successo della terapia.

Seguendo questi piccoli accorgimenti, ci si può liberare della forfora grassa in un tempo abbastanza breve e senza spendere tanto.